Le Cronache della Folgoluce Wiki
Advertisement
Le Cronache della Folgoluce Wiki
Yanagawn
Yanagawn.jpg

Fan-Art by Marie Seeberger

Status personale
Status

Vivo

Prima apparizione

Parole di Luce, Interludio 9

Ultima apparizione

Giuramento, capitolo 116

Data di nascita

1159 [1][2]

Alias

Gawx

Nazionalità

Azish

Parenti

Huqin (zio)

Occupazione
  • Ladro
  • Imperatore
Titoli
  • imperatore di Makabak
  • re di Azir
  • signore del palazzo di bronzo
  • Primo Aqasix
  • gran ministro ed emissario di Yaezir
Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschile

capelli

neri

occhi

neri

Yanagawn I, in precedenza conosciuto come Gawx, è il Primo Aqasix di Azir e imperatore di Makabak.

Aspetto e Personalità[]

Yanagawn era un ragazzo adolescente con gli occhi neri e la pelle scura tipica dei Makabaki. La pubertà lo stava colpendo duramente, con arti che sembravano troppo lunghi e sottili e una una faccia ancora tonda, infantile[3].

Quando era solo un ladro era piuttosto cauto e timoroso anche se aveva una gran voglia di dimostrare a suo zio Huqin di valere più di quanto lui pensasse[4].

Non appena fu eletto nuovo Primo di Azir, i visir lo costrinsero a ricevere un'istruzione intensiva e si aspettavano la sua "collaborazione" nel governo del paese. In realtà Yangawn dubitava di se stesso e della sua effettiva importanza: stentava a capire gran parte di quello di cui si discuteva a corte, era imbarazzato e incerto quando parlava con i suoi consiglieri e sobbalzava ogni volta che qualcuno lo chiamava "vostra maestà"[5].

Con il passare del tempo, e forse anche grazie al sostegno e all'amicizia di Lift, la sua autostima migliorò sempre più e divenne più consapevole della sua capacità[5].

Storia[]

Sono stato scelto perché nessuno avrebbe versato una lacrima se l’Assassino in Bianco fosse venuto a uccidermi!

–Giuramento, capitolo 116

Parole di Luce[]

Alla fine del 1173, Szeth mandò in subbuglio l'impero di Azir uccidendo in rapida successione gli imperatori appena eletti.

Mentre i vertici dell'impero erano alle prese con un nuovo conclave, Gawx insieme a una banda di ladri guidata da suo zio, tentarono di rapinare il Palazzo di Bronzo di Azimir. Il ragazzo questa volta anziché rimanere indietro come al solito decise di rischiare e di impressionare lo zio, cercando di penetrare negli appartamenti dei visir. Fu catturato da uno degli assistenti di Nale che gli tagliò la gola per mettere pressione a Lift, il loro vero bersaglio. Mentre l'Araldo rimproverava il suo adepto per aver violato la legge, la ragazzina usò il flusso della Ricrescita sul ragazzo agonizzante, salvandolo da morte certa. I visir videro nella sua "rinascita" un miracolo inviato da Yaezir e lo proclamarono Primo Aqasix. Come suo primo atto, Gawx emanò immediatamente un decreto per graziare Lift ed impedire a Nale di giustiziarla[4].

Danzafilo[]

Contattato via distacanna da Lift, Gawx ora conosciuto come Yanagawn I, ordina ai funzionari tashikki di non torcere un capello alla sua amica e di aiutarla nella sua ricerca nel Grande Indicium. Gawx confida a Lift le sue preoccupazioni sulla nuova tempesta, sul sospetto che possano essere stati gli Alethi ad evocarla[6], e le chiede se ha intenzione di tornare ad Azimir. Quando Lift riesce infine a salvare il Ceppo da Nale, avverte l'imperatore di aver trovato un nuovo radioso[7].

Giuramento[]

Dopo il passaggio della tempesta infinita, Yanagawn fu contatto da Dalinar Kholin che voleva incontrarlo, usando la Giuriporta, e discutere della nascita di una coalizione anti-nichiliferi. Yanagawn e la sua corte erano restii a consentire agli Alethi l'accesso al cuore dell'impero e seppur ringraziando il signore della guerra per i suoi avvertimenti, rifiutarono ad acconsentire ad una collaborazione più stretta tra i loro popoli.[8].

Dalinar non si rassegnò e con l'aiuto del Folgopadre portò il ragazzo all'interno della visione di Aharietiam per parlare con lui di persona. Yanagawn inizialmente era ostile allo Spinanera e cercò di fargli capire perché gli Azish non avessero grande stima per gli Alethi. Ma proprio quando Dalinar sembrava sul punto di persuadere l'imperatore, Lift apparve nella visione esprimendo a sua volta dubbi sul vecchio condottiero[9].

L'imperatore rimase diffidente verso Dalinar finché quest'ultimo non incontrò Odio al termine della visione della Ritrattazione. La loro conversazione fu spiata da Lift e la vista del signore dei nichiliferi fu sufficiente per farle cambiare idea e persuadere Yanagawn a ricevere Dalinar nella capitale di Azir[10]. L'alethi onorò i patti presentandosi da solo e riuscì a convincere i visir ad accettare l'invito per una visita ad Urithiru[11].

Entrati nella coalizione, gli Azish espressero preoccupazione sul potere che Dalinar e i suoi nuovi radiosi detenevano. Tuttavia, dopo aver ricevuto il compito di creare un codice di leggi valido per l'intera alleanza, hanno continuato a sostenere l'unificazione e si sono offerti perfino di inviare cinque battaglioni a Jah Keved per rafforzarne le difese[12].

Dopo il tradimento di Taravangian e la rivelazione dei segreti di Dalinar gli Azish si ritirarono da Urithiru e dalla guerra. Yanagawn voleva tornare indietro e aiutare gli Alethi poiché Lift che si fidava ancora di Dalinar. Quando però scoprirono della rivolta delle truppe di Amaram contro i thaylenici, le convinzioni del ragazzo vacillarono[5].

Fonti[]

Advertisement