FANDOM


Gli Unkalaki, più comunemente noti come Mangiacorno (in originale Horneaters) o Popolo dei Picchi, sono una delle razze di Roshar nate dall'unione tra umani e parshendi[1].

Etimologia

Il nome "Mangiacorno" deriva dall'abitudine di questo popolo di includere nella loro dieta anche i corni e i gusci delle loro prede, che riescono a masticare grazie ai loro denti più robusti.[2]

Cultura

I mangiacorno vivono sui Picchi, una catena montuosa vicina a Jah Keved. Sono orgogliosi della loro terra e chiamano "pianeggianti" coloro che vivono alle pendici dei loro monti. Sono divisi in clan, guidati ciascuno da un nobile, il nuotoma.

L'occupazione di un mangiacorno è determinato alla nascita.Il primi due figli sono destinati ad occuparsi alla produzione del cibo, i terzogeniti sono destinati a diventare artigiani mentre solo il quarto figlio di ogni famiglia può impugnare le armi.

Erano considerati dagli alethi come un popolo passionale[3]

La barba con lati lunghi è considerata una moda dei Mangiacorno[4]

Linguaggio

Gli Unkalaki hanno una propria lingua, profondamente diversa dai vicini Vorin. Di seguito sono elencate le parole note

  • Ali’i’kamura: significato ignoto.[5] (Con ali'i'kamura a proteggerci, forse sarà sicuro.)
  • Kaluk’i’iki: titolo riservato alle donne.[5]
  • Mafah'liki: spren[6]
  • Numuhukumakiaki'aialunamo: il vero nome di Roccia. Descrive anche una pietra speciale[7].
  • Nuatoma: titolo riservato alla nobiltà
  • Tana'kai: analogo di Re[8]
  • Tuma'alki: concetto di povero o di scarsa qualità[9]
  • Uli'tekanaki: significato ignoto.[5] (Io non posso combattere. Quale uomo farebbe questa cosa davanti all'Uli'tekanaki?)
  • Umarti'a: cugino[2]

Fonti

  1. Unkalaki sono ibridi umani/parshendi
  2. 2,0 2,1 La Via dei Re, capitolo 23
  3. La Via dei Re, capitolo 22
  4. La Via dei Re, capitolo 28
  5. 5,0 5,1 5,2 La Via dei Re, capitolo 49
  6. La Via dei Re, capitolo 21
  7. La Via dei Re, capitolo 27
  8. Parole di Luce, capitolo 46
  9. Parole di Luce, capitolo 9
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.