FANDOM


Il Risveglio dei Parshi è il processo innescato dalla Tempesta Infinita durante la Vera Desolazione che portò al ridestarsi delle menti dei Cantori. Il Risveglio ha portato alla ricomparsa su Roshar dopo millenni dei Nichiliferi, e rappresenta di fatto la prima fase della Vera Desolazione

La Falsa Desolazione Modifica

Lente trasparente Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedi anche: Falsa Desolazione

Circa 2000 anni prima dell'assassinio di Gavilar Kholin, il Disfatto Bo-Ado-Mishram, trovò un modo per Connettersi ai cantori e fornire loro la Nichiluce e le forme di potere di cui avevano bisogno per continuare la guerra agli umani[1], nonostante che i Coalescenti e i Nichilispren fossero ancora intrappolati su Braize grazie alla straordinaria volontà di Taln di rispettare ancora il Giuripatto.

Ancora una volta, i Cavalieri Radiosi fronteggiarono il nemico e idearono sotto la supervisione del Forgialegami Melishi un piano d'azione che permise loro di neutralizzare Bo-Ado-Mishram e negare ai suoi servitori l'uso delle forme di potere[2]. La vittoria dei Radiosi ebbe tuttavia conseguenze terribili per i cantori: la sottrazione dell'abilità di cambiare forma avvenne lacerando improvvisamente la loro Connessione con il Disfatto: un pezzo delle loro anime fu letteralmente strappato via e nascosto[3], facendo piombare le creature in uno stato di perenne catatonia che le rendeva incapaci di libero arbitrio e di provvedere a se stesse.

L'umanità trovò improvvisamente tra le sue mani una popolazione di schiavi perfetti. Così nel corso dei secoli gli obbedienti cantori, si diffusero gradualmente in ogni insediamento di Roshar, obbedendo sempre e ribellandosi mai.

Il Risveglio Modifica

E vasti mari di occhi rossi lucenti, che si svegliavano come sfere riempite improvvisamente di Folgoluce.

–Giuramento, capitolo 4

Alla fine del 1173, l'Araldo Taln, dopo 4500 anni di resistenza cedette alle torture e si spezzò, facendo ritorno su Roshar. I Nichiliferi iniziarono a lasciare Braize e corruppero la nazione parshendi fornendo loro le forme di potere. Durante la Battaglia di Narak, gli Ascoltatori evocarono una tempesta intrisa del potere di Odio che si spostò verso oriente, spirando in direzione contraria rispetto a una normale altempesta. Dalinar Kholin tentò di avvisare i sovrani degli altri regni del pericolo rappresentato dai parshi e dalla nuova tempesta; qualcuno seguì i suoi consigli per pura prudenza ma molti altri li ignorarono, ritenendoli gli ennesimi vaneggiamenti di un condottiero ormai impazzito.

Nove giorni dopo, il giorno Jesanes del 1174 (1-2-1) la Tempesta Infinita completò il giro del mondo e tornò su Roshar. Il potere di Odio riempì i buchi lasciati dai Radiosi nelle anime dei Parshi. Colmandone il vuoto interiore, rifondò la loro Connessione e lì guarì dalla loro condizione[3]. I Parshi uscirono dai loro tuguri con la mente ripristinata.

Conquista delle Giuriporte Modifica

Sin da subito i Parshi risvegliati seguirono le direttive dei nichilispren e dei Coalescenti che avevano promesso di portarli al sicuro, lontano dalle grinfie degli umani. In realtà i Nichiliferi nei giorni successivi allestirono in diverse nazioni una serie di attacchi per assicurarsi il controllo delle Giuriporte o indebolire gravemente le difese schierate a loro protezione.

Alethkar Modifica

I Parshi risvegliati delle regioni rurali vennero fatti convergere in grandi raduni in città collocate lungo le principali arterie, come Revolar, che conducevano a Kholinar. Già nell'1-4-3 la capitale invia dei messaggi via distacanna per avvertire della presenza di grossi contingenti nemici[4]. i Nichiliferi speravano di conquistare la Giuriporta rapidamente approfittando della lontananza degli eserciti Alethi e del caos creato nella capitale da Ashertmarn e Sja-anat.

Jah Keved Modifica

I parshi scagliarono un'offensiva[5] per conquistare Vedenar e la sua Giuriporta ma le forze veden ancora numerose a causa della recente guerra civile, riuscirono a respingerli. I parshi si diressero quindi ad est verso l'Alethkar meridionale[6].

Thaylenah Modifica

Mentre la tempesta infinita affondava metà della flotta thaylenica, colta di sorpresa, i parshi rubavano la gran parte dell'altra metà[7]. La Regina Fen dichiara che tutte le navi ancorate nel porto di Thaylen furono prese dal nemico che lasciò la città combattendo solo qualche schermaglia per facilitare la fuga[8]. La flotta di parshi si diresse quindi a Marat, attraccando nei porti e nella baie di quella impervia regione.

Azir Modifica

I parshi si organizzarono subito per attaccare Azimir[8] ma presto scesero a negoziare con gli azish. Proposero diversi contratti con richieste esorbitanti che l'imperatore Yanagawn finse di discutere per guadagnare tempo e radunare le armate. I parshi quando fu evidente che non avrebbero preso la Giuriporta si mossero contro Emul, invadendo gran parte del paese.[9]

Iri Modifica

Il risveglio dei parshi e la tempesta infinita portano il Triumvirato degli Iriali a considerare di schierarsi con i Nichiliferi. La trattativa che ne seguì fu molto fruttuosa e gli Iriali ritennero che i termini loro offerti fossero generosi e soddisfacenti[10].

Conseguenze Modifica

  • La conquista delle Giuriporte fallì quasi ovunque tranne che ad Alethkar dove le adunate dei parshi risvegliati permisero di isolare la capitale e iniziare l'Assedio di Kholinar.
  • Con gli Iriali passati dalla loro parte, i Nichiliferi promossero l'invasione delle nazioni rivierasche del Purolago.
  • Il Risveglio privò la popolazione umana di Roshar della manodopera schiavile prestata da sempre dai Parshi, provocando una crisi economica che mise in ginocchio molti insediamenti di Roshar già gravemente danneggiati dal passaggio della nuova tempesta. Il governo azish per evitare la carestia costrinse parte della popolazione delle città a trasferirsi forzatamente in campagna per coltivare i campi[9].

FontiModifica

  1. Giuramento, capitolo 80
  2. Giuramento, capitolo 81
  3. 3,0 3,1 Giuramento, capitolo 17
  4. Giuramento, capitolo 27
  5. L'offensiva è stata lanciata in un giorno tra l'1-2-1 e l'1-4-3 (data nella quale Taravangian giunge a Urithiru e riferisce la notizia)
  6. Giuramento, capitolo 24
  7. Giuramento, capitolo 107
  8. 8,0 8,1 Giuramento, capitolo 12
  9. 9,0 9,1 Giuramento, capitolo 65
  10. Giuramento, capitolo 16
Storia di Roshar
Pre-Epoche Araldiche L'Espulsione
Epoche Araldiche Il GiuripattoDesolazioniUltima Desolazione
Era della Solitudine Falsa DesolazioneRitrattazioneIerocraziaGuerra della PerditaUnificazione di AlethkarOttantesima GuerraGuerra della Resa dei Conti (Patto di Vendetta - Battaglia della Torre - Battaglia di Narak) • Guerra civile veden
Vera Desolazione Risveglio dei Parshi (Tempesta Infinita) • Assedio di KholinarBattaglia della Piana di Thaylen
Cronologia 1139114011411143114511631165116611671168116911701171117211731174
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.