FANDOM


Capitolo precedente Figlio di Tanavast Capitolo successivo
Shadesmar Benedizioni

Punto di Vista: Kaladin
ambientazione: Roshar, Pianure Infrante

EpigrafeModifica

Anche se ero atteso per cena a Veden quella sera, insistetti per visitare Kholinar per parlare con Tivbet. Le tariffe in tutta Urithiru stavano diventando piuttosto irragionevoli. Per allora, i cosiddetti Radiosi avevano già cominciato a mostrare la loro vera natura.

–Dopo l'incendio del Palanaeum originale, rimase solo una pagina dell'autobiografia di Terxim, e questo è l'unico passo che mi è di qualche utilità.

SommarioModifica

Folgopadre: «FIGLIO DI TANAVAST. FIGLIO DI ONOR. FIGLIO DI UNO DA LUNGO TEMPO PARTITO.IL GIURIPATTO È STATO INFRANTO.GLI UOMINI NON CAVALCANO PIÙ LE TEMPESTE.IL GIURIPATTO È SPEZZATO, FIGLIO DI ONOR.»
Kaladin: «Io non capisco!»
Folgopadre: «ODIO GIUNGE. PIÙ PERICOLOSO DI TUTTI I SEDICI. ORA ANDRAI.»
— La Via dei Re, capitolo 46

Kaladin sogna di essere un'altempesta che infuria su Roshar. Nel sogno Kaladin vede molti luoghi e persone, gran parte delle quali non aveva mai visto o sentito parlare prima[1][2]. Nel suo viaggio verso ovest, l'ex-lanciere, vede degli strani lampi di luce che attirano la sua attenzione. Entra in un edificio, posto in una città con uno schema triangolare, e all'interno vede l'Assassino in Bianco[3] che ha appena ucciso due persone[4]. Oltrepassa altre terre e luoghi e quando arriva in prossimità dell'oceano occidentale viene raggiunto da una voce tonante, che lo avverte che il Giuripatto è stato infranto e che Odio sta arrivando.

Kaladin si risveglia all'interno della caserma, circondato dagli uomini del Ponte Quattro che stanno cercando di tenerlo fermo. Quando chiede spiegazioni, gli viene detto che aveva cercato di andare fuori nel bel mezzo di un'altemepesta e che i loro tentativi di svegliarlo non funzionavano[5]. Quindi esce durante gli Spruzzi e insieme agli altri si lava sotto la pioggia, cogliendo l'occasione anche per farsi radere la barba da Roccia[6].

Durante la mattinata arrivano i nuovi schiavi e, a sorpresa, al Ponte Quattro viene dato un parshi. I pontieri vorrebbero schierarlo subito in prima fila per sbarazzarsene ma Kaladin è irremovibile a trattarlo come tutti gli altri uomini e arriva perfino a dargli un nome: Shen.

Kaladin quindi gironzola nell'accampamento di Sadeas, in compagnia di Syl, per schiarirsi le idee. I due parlano dell'Onnipotente e poi di Odio: il solo pronunciare quel nome fa infuriare Syl in una maniera che Kaladin non aveva mai visto. In strada scoppia il pandemonio: un occhichiari trascina in strada una prostituta e la umilia pubblicamente. Un luminobile di alto rango, Adolin Kholin, interviene a favore della donna e fa desistere l'aggressore. Adolin insiste per scortare la donna fuori dall'accampamento e lancia una sfera verso Kaladin chiedendogli di avvisare un luminobile per la sua assenza ad un incontro. Kaladin se ne va via senza obbedire all'uomo ma intascando la sfera e Syl si preoccupa sinceramente del rancore che circonda l'ex-lanciere quando parla degli occhichiari.


Personaggi Modifica

Apparsi Modifica


Menzionati Modifica


Luoghi e termini menzionati Modifica



Note Modifica

  1. Kaladin vede in ordine: le Pianure Infrante, il Mare di Lance, Kholinar, i Picchi dei Mangiacorno, Sesemalex Dar, il popolo Babath.
  2. Riguardo le Pianure Infrante, Kaladin vede al centro le luci dell'accampamento parshendi e nota che la piana spezzata è dotata di simmetria.
  3. E' la prima volta che Kaladin vede Szeth
  4. Kaladin ha l'impressione che Szeth possa riuscire a vederlo
  5. Kaladin assorbe di nuovo la folgoluce, facendo "spegnere" una vicina sfere di diamante
  6. Sigzil commenta che ha un volto di luminobile e Kaladin si scaglia contro gli occhichiari. La conversazione che segue permette a Sigzil di parlare di Babatharnam e del loro sistema di governo e alla fine Roccia rivela che Sigzil deve appartenere all'ordine dei Cantamondo.
La Via dei Re - Libro I

Preludio a Le cronache della Folgoluce
Prologo: Uccidere
Cap 1: Folgoeletto
Cap 2: L’Onore è morto
Cap 3: La città dei campanelli
Cap 4: Le pianure infrante
Cap 5: Eretica
Cap 6: Ponte Quattro
Cap 7: Ragionevolezza
Cap 8: Prossimo alla fiamma
Cap 9: Dannazione
Cap 10: Storie di chirurghi
Cap 11: Gocce
I-1: Ishikk
I-2: Nan Balat
I-3: La gloria dell’ignoranza
Cap 12: Unità
Cap 13: Dieci battiti di cuore
Cap 14: Giorno di paga
Cap 15: L’esca
Cap 16: Bozzoli
Cap 17: Un tramonto rosso sangue
Cap 18: Altoprincipe di Guerra
Cap 19: Pioggia di stelle
Cap 20: Scarlatto
Cap 21: Perche’ gli uomini mentono
Cap 22: Occhi, mani o sfere?
Cap 23: Molti usi
Cap 24: La galleria delle mappe

Cap 25: Il macellaio
Cap 26: Immobilità
Cap 27: Servizio burrone
Cap 28: Decisione
I-4: Rysn
I-5: Axies il collezionista
I-6: Un’opera d’arte
Cap 29: Errorganza
Cap 30: Oscurità invisibile
Cap 31: Sotto la pelle
Cap 32: Trasporto laterale
Cap 33: Cimatica
Cap 34: Folgomuro
Cap 35: Una luce per vedere
Cap 36: La lezione
Cap 37: Lati
Cap 38: Contemplatore
Cap 39: Impresse in lei
Cap 40: Occhi di rosso e blu
Cap 41: Di Alds e Milp
Cap 42: Mendicanti e cameriere
Cap 43: Il derelitto
Cap 44: Il Pianto
Cap 45: Shadesmar
Cap 46: Tanavast
Cap 47: Benedizioni
Cap 48: Fragola
Cap 49: Passione
Cap 50: Polvere rompischiena

Cap 51: Sas Nahn
I-7: Baxil
I-8: Geranid
I-9: La morte indossa il bianco
Cap 52: Una strada per il sole
Cap 53: Dunny
Cap 54: Blateruglio
Cap 55: Un Broam di smeraldo
Cap 56: Quel libro folgorato
Cap 57: Velabonda
Cap 58: Il viaggio
Cap 59: Un Onore
Cap 60: Ciò che non possiamo avere
Cap 61: Giusto per sbaglio
Cap 62: Tre glifi
Cap 63: Paura
Cap 64: Un uomo di estremi
Cap 65: La Torre
Cap 66: Codici
Cap 67: Parole
Cap 68: Eshonai
Cap 69: Giustizia
Cap 70: Mare di vetro
Cap 71: Registrato nel sangue
Cap 72: Veristitaliana
Cap 73: Fiducia
Cap 74: Sanguispettro
Cap 75: In cima
Epilogo: Di maggior valore

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.