FANDOM


Io… ho visto Ishar. Mi maledice di notte, perfino se lui si considera un dio. Cerca la morte. La propria. Forse quella di ogni uomo.

–Folgopadre, Giuramento, capitolo 64

Ishar
Ishar detail
Status personale
Status

Vivo

Alias

Ishi, Tashi, Tezim, Ishu-figlio-Dio

Titoli

Araldo dell'Onnipotente, Araldo della Fortuna, Vincoladei, Patrono dei Forgialegami , Tezim il Grande, Araldo degli Araldi

Arma

Onorlama

Status familiare
Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschile

Status professionale
Occupazione

Re-sacerdote di Tukar

Ishar, conosciuto anche come Ishi'ElinTashi, Ishu-figlio-Dio, Shishi Tezim è uno dei Dieci Araldi dell'Onnipotente e il patrono dei Forgialegami, uno dei dieci ordini dei Cavalieri Radiosi.

Al tempo della Vera Desolazione governa la nazione di Tukar sotto le vesti del suo dio-sacerdote.

Aspetto e Personalità Modifica

Ora è pazzo quanto gli altri. Di più, forse.

–Giuramento, capitolo 64

L'attuale aspetto di Ishar è sconosciuto, sebbene le opere d'arte rosharane lo presentino in genere come uno shin molto più vecchio degli altri Araldi, con la barba folta e i capelli grigi.

Era noto per la sua saggezza e il suo carisma, capace di convincere intere nazioni a seguirlo. In qualche modo riuscì perfino a persuadere gli altri Araldi di essere rimasto l'unico con la mente intatta[1]. Invece proprio come tutti gli altri, anche Ishar è precipitato nella follia, diventando un tiranno crudele e megalomane che si considera pari ad un Dio. Sembra cercare la propria morte e forse quella di tutti gli uomini[2].

Storia Modifica

Araldo Modifica

Come gli altri Araldi, Ishar nacque su Ashyn e compì il viaggio che portò l'umanità su Roshar per sfuggire alla catastrofe che distrusse il suo mondo natio[3]. Quando i rapporti con i Cantori deteriorarono e apparvero i Coalescenti, Ishar insieme ad altre nove persone, fu trasformato in uno degli Araldi di Onore, ed ebbe un ruolo decisivo nella creazione del Giuripatto, al punto che spesso viene indicato come il suo fondatore[2].

Successivamente, durante il ciclo delle Desolazioni, Ishar si preoccupò della comparsa su Roshar dei Vincolaflussi e fu determinato nel farli confluire in una grande organizzazione che avesse regole e precetti vincolanti, sotto minaccia che altrimenti li avrebbe distrutti tutti quanti[4].

Stando alle parole di Talenel[5], Ishar stava cercando un modo per evitare la perdita di conoscenza tra una Desolazione e l'altra.

Alla fine, tuttavia, gli Araldi ne avevano abbastanza della costante sofferenza. Dopo una desolazione in cui solo Taln morì nel corso della battaglia, Ishar suggerì che una persona potesse essere abbastanza per tenere confinati i Nichiliferi. E così, i nove accettarono di abbandonare il Giuripatto, lasciando Taln a soffrire da solo per oltre quattro millenni e mezzo[6].

Post-Aharietiam Modifica

Tashi non si cura molto di ciò che fate qui. In effetti, prego che lui non venga nella vostra città, perché dubito che vi piacerebbero le conseguenze.

–Nale, Edgedancer capitolo 8

Che cosa fece Ishar dopo Aharietiam è sconosciuto. Ad un certo punto dopo la Ritrattazione e la morte di Onore, incontrò Nale e lo convinse a dare la caccia e distruggere tutti i nuovi Vincolaflussi, credendo che permettere il ritorno dei Cavalieri Radiosi avrebbe scatenato una nuova Desolazione[7].

Negli ultimi anni, Ishar ha preso il comando della nazione Tukar, sotto le mentite spoglie del re-dio Tezim. I Tukari sono zelosamente religiosi e in effetti sembrano crederlo un dio.[8] Negli ultimi sei anni, Tukar ed Emul si sono scontrati nell'Ottantesima Guerra riguardo la città portuale di Sesemalex Dar. Le ragioni di Ishar per guidare i Tukari su Sesemalex Dar non sono chiare. È anche incerto da quanto tempo Ishar abbia influenzato la politica di Tukari, sebbene la sua ascesa ufficiale al potere sia avvenuta da qualche parte intorno all'inizio dell'Ottantesima Guerra.[9]

Come Tezim, Ishar rifiuta di partecipare all'alleanza di Dalinar e chiede anzi che l'Alethi di consegnargli la "città sacra" di Urithiru.[8]

Associazioni Modifica

  • E' associato al numero dieci, conosciuto come "Ishi"
  • E' associato ad una delle dieci essenze, il Midollo.
  • E' associato agli Attributi divini Pio e Guida[10]


Fonti Modifica

  1. Giuramento, capitolo 121
  2. 2,0 2,1 Giuramento: Capitolo 64
  3. Rivelato in una sessione firme a Denver nel 2018
  4. Parole di Luce, capitolo 42 (epigrafe)
  5. Parole di Luce, Interludio 7
  6. La Via dei Re, Preludio
  7. Giuramento, capitolo 106
  8. 8,0 8,1 Giuramento: Capitolo 24
  9. Edgedancer capitolo 3
  10. La Via dei Re, Ars Arcanum

Galleria Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.