Le Cronache della Folgoluce Wiki
Advertisement
Le Cronache della Folgoluce Wiki
Evidentemente sono pazzi. La Desolazione non ha bisogno di nessuno che la accompagni.

–Parole di Luce, capitolo 83 - epigrafe

I Figli di Onore sono un'organizzazione segreta il cui obiettivo è il ritorno degli Araldi su Roshar e il ripristino del dominio della chiesa Vorin[1]. Sembrano essere sotto la guida di Restares e sono considerati avversari dai Sanguispettri[2].

Obiettivi[]

I Figli di Onore credono, proprio come i Contemplatori, che il ritorno dei Nichiliferi causerà anche il ritorno degli Araldi, inaugurando una nuova era di dominio della Chiesa Vorin. Nonostante la loro organizzazione sia basata sul Vorinismo, non sembrano affatto seguire i dettami dalla loro religione: il più delle volte sono cinici, disposti a tutto pur di perseguire i loro obiettivi, perfino a sacrificare vite innocenti.

Storia[]

I Figli d'Onore esistevano prima che Gavilar Kholin si unisse alla loro organizzazione. Il sovrano si rivelò un'ottimo alleato per l'organizzazione in quanto la sua influenza contribuì ad espandere notevolmente i loro numeri e il loro potere[3].

Nel 1167, Gavilar mostrò i progressi compiuti dai Figli, per ripristinare il Ciclo delle Desolazioni, a Eshonai, nella speranza che gli Ascoltatori fossero lieti di riaccogliere i loro dei. Il Re Alethi non si rese conto di aver compiuto un passo falso e di aver spronato invece i Parshendi a progettare il suo assassinio[4].

Cinque anni più tardi, Restares ebbe un ruolo decisivo a convincere un titubante Amaram a prendersi gli Strati che Kaladin aveva vinto in battaglia ed ad uccidere tutti i testimoni. Amaram eseguirà gli ordini in tutto tranne in un punto: invece di uccidere il giovane occhiscuri lo rese schiavo come ringraziamento per avergli salvato la vita[5].

Parole di Luce[]

Alla fine del 1173, Amaram venne autorizzato da Sadeas a raggiungerlo alle Pianure Infrante. Durante la sua permanenza l'altonobile, mentre continuava le indagini sugli Ascoltatori e la loro connessione con i Nichiliferi, scoprì che un pazzo trattenuto nel monastero vorin era in realtà Taln, l'Araldo della Guerra. Seguendo alcuni indizi, Amaram sperò di mettere le mani sulle Onorlame[6] ma in realtà finì dritto in una trappola ideata da Dalinar per smascherarne la doppiezza. Dopo la battaglia di Narak, Amaram comunicò a Restares la notizia che i Figli di Onore avevano avuto successo, e approfittando del caos dilagante nei campi militari alethi, l'altonobile rapì il folle Araldo per portarlo con se ad Urithiru.

Giuramento[]

Odio usò le credenze di Amaram e la verità sugli Araldi per convincerlo a unirsi alle sue forze. Al momento non è noto se altri membri dei Figli di Onore conoscano la verità sugli Araldi o se si sono uniti a Odio.

Relazioni[]

I Figli d'Onore sembrano essere contrapposti sia ai Sanguispettri che con i Rompicielo. Mraize mandò Shallan a spiare Amaram per scoprire quali segreti conoscessero i Figli di Onore[7]. Dopo aver ricevuto il rapporto di Shallan, hanno cercato di assassinarlo ma l'attentato non ebbe successo[1]. Mraize agisce in modo sprezzante verso i Figli di Onore, riferendosi a loro semplicemente come "gli amici di Restares".

Anche i Rompicielo tentarono di far uccidere Amaram, inviando Helaran Davar armato di Strati ad ucciderlo. Il piano fallì solo per l'intervento inaspettato di Kaladin[8].

Il Diagramma probabilmente conosce i Figli di Onore, poiché Taravangian godeva dell'amicizia personale e della fiducia di Gavilar[9]. Non è chiaro invece se i Figli di Onore siano a conoscenza del Diagramma e delle loro azioni. Effettivamente le due organizzazioni hanno origini simili, nati nella consapevolezza della Vera Desolazione, ma filosofie diverse su cosa si dovrebbe fare al riguardo.

Membri conosciuti[]

Fonti[]

Advertisement