FANDOM


Porterete gli occhi dei Disfatti su di noi!

Parole di Luce, capitolo 45

I Disfatti (Unmade) sono un gruppo di nove spren primordiali che servono il Dio Odio[1]. La maggior parte di essi non sono dotati di una mente propria ma sono semplicemente delle forze che consumano e distorcono la volontà degli esseri umani.

Origini Modifica

Fummo fatti, poi disfatti.

–Sja-anat, Giuramento, capitolo 84

Si ritiene che i Disfatti siano nati prima dell'inizio della civiltà umana su Roshar[2], come Schegge (splinters) del Dio Odio[3]. Shallan[4] e poi Sja-Anat[5] insinuano il dubbio che originariamente i Disfatti potessero essere qualcos'altro e che abbiano subito una trasformazione.

Storia Modifica

Elenco dei Disfatti Modifica

Curiosità Modifica

  • Nella traduzione de "La Via dei Re", nell'epigrafe del capitolo 45, i Disfatti vengono chiamati per la prima e sola volta "Non-creati"

Fonti Modifica

  1. Giuramento, capitolo 1
  2. Giuramento, capitolo 77
  3. Da una sessione di Question & Answers su reddit del 12-3-2015: Q: Are the Unmade Splinters of Odium? A: Yes. Good guess
  4. Giuramento, capitolo 32
  5. Giuramento, capitolo 84

Citazioni Modifica

"I Disfatti sono una deviazione, un estro, un enigma che potrebbe non valere il tuo tempo. Non puoi fare a meno di pensarci. Sono affascinanti. Molti sono irrazionali. Come gli spren delle emozioni umane, solo molto più maligni. Credo che alcuni possano pensare, però."

— Epigrafe, Parole di Luce, capitolo 81


"Porterete gli occhi dei Disfatti su di noi."

Shallan Davar, Parole di Luce, capitolo 45
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.