Le Cronache della Folgoluce Wiki
Advertisement
Le Cronache della Folgoluce Wiki
Disambig-icon.png Questo articolo riguarda l'ordine dei cavalieri radiosi. Per il romanzo di Sanderson, vedi Danzafilo (libro).

L'Ordine dei Danzafilo (Edgedancers) è uno dei dieci ordini dei Cavalieri Radiosi. Sono associati alla pietra polare diamante e formano il legame Nahel con i Coltivazionespren. Il patrono dell’ordine era Vedel.

Storia[]

Durante le Epoche Araldiche, i Danzafilo contribuirono insieme agli altri ordini a difendere l'umanità dai Nichiliferi. Noti per essere premurosi e aggraziati, erano più interessati a prendersi cura delle persone e a tentare di migliore la loro vita quotidiana che a partecipare allo sforzo bellico. Quando proprio erano proprio costretti a partecipare alle battaglie preferivano agire o come esploratori o come medici sul campo, evitando il combattimento vero e proprio per curare i feriti o aiutare le truppe intrappolate in situazioni terribili.

Prima della Ritrattazione, non era raro che uno o due Danzafilo vivessero permanentemente in una città e aiutando la comunità con i loro poteri[1].

Quando i Radiosi decisero di abbandonare Urithiru, i Danzafilo erano troppo occupati a trasferire i servi e gli agricoltori della città-torre per inviare qualcuno a registrare un messaggio nell'archivio delle gemme[2].

Ideali dei Danzafilo[]

I Danzafilo, proprio come tutti gli altri ordini di Cavalieri Radiosi possedevano le Parole Immortali, un insieme di ideali a cui i vincolaflussi dovevano attenersi. Il primo ideale era identico per tutti i Radiosi mentre gli altri erano unici per ciascun ordine.

I loro giuramenti erano incentrati sul dovere di servire il popolo e le persone comuni, specie coloro che soffrivano per le decisioni dei ricchi e dei potenti.

Il Primo Ideale[]

Vita prima della morte, forza prima della debolezza, viaggio prima della destinazione.

–Primo Ideale dei Cavalieri Radiosi, La Via dei Re, capitolo 59

Il Secondo Ideale[]

Mi ricorderò coloro che sono stati dimenticati.

–Parole di Luce, Interludio 9

Il Terzo Ideale[]

Ascolterò coloro che sono stati ignorati.

–Danzafilo, capitolo 19

Poteri[]

Potevano correre su una corda sottilissima, danzare sui tetti, muoversi per un campo di battaglia come un nastro al vento.

–Parole di Luce, Interludio 9

I Danzafilo erano vincolaflussi che utilizzavano i flussi di Progressione e Abrasione.

Il flusso di Progressione consente loro di far crescere piante o altri elementi organici molto più velocemente del normale. Possono anche guarire e, sebbene l'estensione di questa capacità sia sconosciuta, sembra che possa persino curare coloro che hanno subito dalle ferite da una Stratolama.

Il flusso di Abrasione garantisce ai Danzafilo la capacità di manipolare l'attrito. Possono applicarlo in modi diversi. Nel combattimento ravvicinato, questa capacità può renderli difficili da fermare o afferrare, mentre il diminuito attrito del vento e sui piedi, può aiutarli a percorrere lunghe distanze a velocità considerevoli, sebbene mantenere l'equilibrio senza attrito richieda molta pratica.

Membri conosciuti[]

Citazioni[]

  • Quando Simol fu informato dell’arrivo dei Danzafilo, su di lui calarono una osternazione e un terrore nascosti, come accade di solito in tali casi; anche se non erano il più esigente tra gli ordini, i loro movimenti aggraziati e agili nascondevano qualcosa di letale che, oramai, era piuttosto noto; erano inoltre i più eloquenti e raffinati fra i Radiosi.[3]
  • Un tempo erano un ordine glorioso.  Tu sei goffa, mentre loro erano esseri belli ed eleganti. Potevano correre su una corda sottilissima, danzare sui tetti, muoversi per un campo di battaglia come un nastro al vento.[4]
  • Purtroppo erano sempre così preoccupati di cose di poco conto mentre ignoravano quelle di maggiore importanza. [4]

Fonti[]

Cavalieri Radiosi
CorriventoRompicieloPolverizzantiDanzafiloScorgiveroTessiluceAltrovocantiPlasmavolereSalvarocciaForgialegami
Advertisement