FANDOM


Beld
Status personale
Status

Morto

Prima apparizione

Parole di Luce: Capitolo 2

Ultima apparizione

Parole di Luce: Capitolo 32

Nazionalità

Alethi

Arma

Lancia

Status familiare
Caratteristiche fisiche
Razza

Umana

Sesso

Maschio

Status professionale
Affiliazione
Occupazione

soldato


Era sopravvissuto al Ponte Quattro e al salvataggio degli eserciti di Dalinar. Era sopravvissuto alla Dannazione stessa, solo per cadere qui, vittima di un assassino con poteri che non avrebbe dovuto avere

–Parole di Luce, capitolo 33

Beld è un membro del Ponte Quattro e uno dei ventisette[1] sopravvissuti del Ponte Quattro alla Battaglia della Torre.

Storia Modifica

Parole di Luce Modifica

Liberato dalla schiavitù da Dalinar Kholin, Beld entra a far parte della nuova unità del capitano Kaladin. Sebbene non abbia un marchio da schiavo, si lascia comunque tatuare il simbolo del Ponte Quattro sulla fronte[2].

Beld si trova al palazzo del Re durante la notte dell'attentato. Durante il tentativo di evacuazione del sovrano, Kaladin lo invia insieme ad Hobber come avanguardia per esplorare la via d'uscita dall'edificio. Durante il cammino però, i due soldati s'imbattono in Szeth e mentre Hobber viene ferito dai fendenti dello shin, Beld viene trapassato e ucciso[3].

Fonti Modifica

  1. La Via dei Re, capitolo 73
  2. Parole di Luce, capitolo 2
  3. Parole di Luce, capitolo 32
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.