Le Cronache della Folgoluce Wiki
Advertisement
Le Cronache della Folgoluce Wiki
Disambig-icon.png Questo articolo riguarda il romanzo breve. Per gli antichi manufatti, vedi Albastrato.
Albastrato
Copertina di Albastrato
Informazioni
Autore: Brandon Sanderson
illustratore: Isaac Stewart

Ben McSweeney

1a Edizione originale: 5 novembre 2020 - (Kickstarter)

10 novembre 2020 - (store online)

1a Edizione italiana: Inedito (purtroppo)
Editore: Dragonsteel Entertainment
Serie
Precedente Successivo
Giuramento Il Ritmo della Guerra


Albastrato (Dawnshard) è un romanzo breve che fa parte della serie delle Cronache della Folgoluce. E' stato rilasciato il 5 novembre 2020 per tutti i sostenitori del Kickstarter di Sanderson, e il 10 novembre in tutti gli store online. Il libro è ambientato tre mesi dopo gli eventi di Giuramento, e seguirà le vicende di Rysn e Lopen[1] ne loro viaggio verso la misteriosa Aimia.

Sviluppo[]

Sanderson originariamente intendeva chiamare il romanzo Wandersail (Velabonda) come il nome della nave che Vstim aveva donato a Rysn in Giuramento. Tuttavia, decise di cambiarlo per evitare confusione con la Velabonda di cui Hoid aveva raccontato la storia ne La Via dei Re, e per riservare Wandersail come titolo per un potenziale libro illustrato[2].

Durante la scrittura del libro Sanderson si è avvalso della consulenza e dei feedback di un gruppo di esperti in paraplegia, permettendogli di creare, a suo giudizio, un libro nel complesso più coinvolgente e interessante[3].

Sanderson decise inoltre di scrivere e pubblicare Albastrato prima dell'uscita di Ritmo della Guerra perché Aimia avrà una certa rilevanza nei prossimi anni. [4]


Trama[]

Spoilers: Albastrato

Yalb, sopravvissuto all'affondamento della Piacere del Vento, presta ora servizio su una nave della marina militare thaylenica. Mentre chiacchiera con un novellino alethi l'uomo nota un veliero senza bandiere profilarsi all'orizzonte. Il capitano ordina un'ispezione ma una volta saliti sulla nave scoprono che non c'è nessun segno né dell'equipaggio né del giornale di bordo. E' una nave fantasma con solo un nome: Primi Sogni.

Il viaggio ad Aimia

Due mesi dopo, Rysn riceve nel suo ufficio Talik, il suo vecchio amico delle Isole Reshi, a cui ha chiesto aiuto per salvare Chiri-Chiri che di giorno in giorno sembra sempre più sofferente e malato. L'uomo le rivela che il larkin ha bisogno di essere riportato nella sua dimora ancestrale, la famigerata Akinah, un luogo che nessuno è riuscito a raggiungere da generazioni. Il nome non è nuovo per Rysn: la regina Navani ha recentemente promesso una ricompensa per chiunque avesse esplorato la città perduta, ultimo luogo visitato dalla Primi Sogni, e sospettato di nascondere un avamposto del nemico.

Giunta ad Urithiru insieme a Nikli -il suo servitore- e Chiri-Chiri, Rysn ottiene da Navani l'imbarco di due Corrivento, Lopen e Huio, di Corda, la figlia di Roccia - in grado di vedere gli spren come il padre - e un mandato reale da parte della regina Fen per sedare sul nascere eventuali malumori della ciurma. Navani invece esige solamente il trasporto sull'isola di Rushu, una sua scrivana, per ispezionarla e fare rapporto.

Il viaggio della Velabonda si rivela più difficile del previsto. La traversata è funestata da cattivi presagi che innervosiscono l'equipaggio e minacciano la posizione di Rysn come rebsk. La ragazza riesce a districarsi dalla varie crisi facendo ricorso alle sua abilità negoziali e all'addestramento ricevuto da Vstim, ma non riesce a levarsi dalla testa che i presagi non siano delle coincidenze e che la squadra di Navani le nasconda qualcosa.

Rysn si mette così in contatto via distacanna con Vstim, ed effettivamente il babsk le rivela che Akinah un tempo aveva una delle Giuriporte e che Navani vuole investigare sul suo status. I due discutono quindi dell’idea che un Tessiluce nemico stia interferendo con la missione.

Grazie ad uno stratagemma Rysn riesce ad incastrare il colpevole dei sabotaggi: è Nikli, il suo servitore. L'uomo non è una spia del nemico ma qualcosa di più antico: uno dei leggendari Dei-che-non-dormono (Gods Who Sleep Not), entità che si muovono in sciami e che sono a guardia di antichi tesori. La creatura rifiuta di dare spiegazioni e si limita a implorarla di tornare indietro. Rysn ordina così a Lopen e Huio di lasciarlo in custodia all’avamposto costiero più vicino.

Akinah

Dopo aver attraversato la tempesta che circonda Akinah, la spedizione si divide. Mentre gran parte dei marinai, insieme a Rushu e i Corrivento, sbarcano su una spiaggia disseminata di carapaci e cuorgemme, Rysn rimane invece sulla nave insieme a Corda. Mentre attende speranzosa il ritorno di Chiri-Chiri, tuffatosi in mare dopo aver visto dei fortunaspren, Rysn riceve i primi rapporti dagli esploratori e sente che tutto sta andando convenientemente fin troppo bene. Memore di un'esperienza fatta con Vstim avverte la spedizione che potrebbero essere stati ingannati.

Rushu e Lopen confermano presto i suoi sospetti. Prima scoprono che le cuorgemme raccolte sulla spiaggia sono solo delle imitazioni in quarzo e successivamente anche la Giuriporta situata nelle rovine si rivela un falso. Rushu però non demorde e grazie all'uso di un'animutante accede in una vasta caverna sotterranea il cui pavimento è la piattaforma della vera Giuriporta.

Rendendosi conto di aver rovinato i piani di chi intendeva ingannarli, Lopen si precipita indietro per avvertire gli altri del pericolo ma giunge alla spiaggia troppo tardi: Huio e gli altri stanno già combattendo contro un enorme mostro. Anche la Velabonda finisce sotto attacco, con diversi sciami di ordaling che si aggregano in figure umanoidi sul ponte della nave: una di esse è Nikli. La mercante vorrebbe negoziare ma il Senzasonno rifiuta e le annuncia con suo dispiacere che è costretto ad uccidere tutti i membri della spedizione. Così Corda, afferra Rysn e la trascina con sé in mare.

Uno stormo di fortunaspren guida le due ragazze nell'acqua fino a condurle in una caverna sottomarina. Nella grotta trovano otto animutanti e un set di Strati -per somma gioia di Corda- ma è un murale dipinto su una delle pareti ad attirare Rysn: raffigura un sole che viene fatto a pezzi. La ragazza sente la pittura emanare calore e si rende conto che è questo il vero tesoro, quello che gli Insonni stanno difendendo. Qualcosa le entra nella mente proprio nel momento in cui migliaia di ordaling sciamano nella caverna.

Sulla spiaggia Lopen capisce di non poter distruggere il mostro senza una stratolama. Cerca di pronunciare il Terzo Ideale ma si rende conto di non odiare nessuno! Ordina così ai marinai di allontanarsi mentre lui e Huio distraggono la creatura. Rysn invece, ricorrendo agli insegnamenti di Vstim tenta di aprire trattative con i tre Insonni che sono venuti per ucciderla.

I Corrivento continuano a combattere ma tutto sembra perduto quando arrivano ordaling in grado di assorbire la Folgoluce. Lopen viene prosciugato e cade a terra rompendosi una gamba. Per proteggere suo cugino, Huio giura il Terzo Ideale e convoca Caelinora, il suo spren, come stratomartello.

Rysn spiega a Nikli che la marea non si fermerà. Possono fermare la Velabonda ma Navani non continuerà ad indagare e gli omicidi e le trappole degli Insonni sono destinate a fallire, come è appena capitato. Rysn si offre di inventare una copertura efficace in cambio della salvezza dei suoi uomini, ma proprio in quel momento Nikli si accorge di quel che Rysn ha fatto e senza esitazioni la attacca.

La furia degli Insonni è placata dall'arrivo nella grotta di Chiri-Chiri, ristabilitosi dopo aver legato un fortunaspren, che difende Rysn. Prima dell'epurazione era la sua specie ad occuparsi della protezione del tesoro, e Nikli lo rassicura che si occuperanno della ladra e recupereranno "l'Albastrato", uno dei comandi ancestrali che crearono il cosmoverso e distrussero Adonalsium.

La rivelazione dell'Albastrato dà a Rysn lo slancio per concludere un accordo soddisfacente. All'equipaggio della Velabonda viene consentito il ritorno sicuro con informazioni su Akinah oltre ai tesori trovati nella caverna. In cambio Rysn giura di essere il protettore dell'Albastrato in modo che non sia ad Akinah quando i nemici degli Insonni alla fine verranno a cercarlo. Gli Insonni accettano questo piano a condizione che sia consentito loro di seguire Rysn in modo permanente. Viene creata una storia di copertura a due livelli: pubblicamente il ritorno di un larkin, di un antico guardiano, ha convinto gli Insonni a lasciar andare la nave; ai governanti di Roshar, in particolare Navani e Fen, sarebbe stato detto invece che Rysn in cambio della loro salvezza ha acconsentito ad addestrare alcuni Insonni ad essere umani. Corda, unica a conoscenza di questo accordo, giura di mantenere il segreto.

Mentre la nave ritorna a Thaylenah, Lopen ha la conferma di essere stato l'oggetto del Terzo Ideale di Huio. Anche se il cugino lo rassicura che non lo odia, Lopen tuttavia è spinto a riesaminare il suo atteggiamento finché non giura a sua volta il suo Terzo Ideale. Rysn soddisfatta per l'impresa appena compiuta nota alcuni insoliti cambiamenti nelle sue percezioni, conseguenza del potere dell'Albastrato.


Personaggi[]

Spoilers: Albastrato

Apparsi


Menzionati




Luoghi e termini menzionati[]

Spoilers: Albastrato




Fonti[]

  1. Rivelato nella nota di aggiornamento del 14 ottobre 2020 su Kickstarter
  2. Rivelato in un livesteam su Youtube il 16 luglio 2020
  3. Dawnshard, ringraziamenti
  4. Rivelato in una sessione di Q&A su reddit nel 2020
Advertisement